Blog post

Anche se meno celebrato delle più gioiose grigliate o le più ghiotte fritture, il Pesce al forno ha una lunghissima tradizione che si perpetua da tempo immemorabile nelle cucine degli Italiani: non occorre aver vinto Masterchef, non bisogna aspettare il tempo libero del fine settimana, non servono ingredienti introvabili e astrusi: basta un ottimo pesce, e il più e’ fatto.

Per il resto, valgono i pochi accorgimenti che seguono:

1. il primo, più che un accorgimento, e’ un dogma. Il pesce deve essere fresco, meglio ancora  freschissimo. Trovate un pescivendolo di cui possiate fidarvi più che della vostra moglie o marito e lasciate fare a lui.

2. i pesci che si prestano meglio a questa cottura sono quelli grossi, dove per grosso si intende “dall’orata in su”. Se superano i due kg  di peso, meglio farli in tranci.

3. che lo faccia il pescivendolo o che lo facciate voi, prima di metterlo in teglia il pesce va accuratamente pulito. Evisceratelo ed eliminate le branchie, lavandolo bene sotto l’acqua corrente e, se vi pare il caso, squamatelo.
I pareri son discordi, sul punto, perché c’e’ chi sostiene che le squame fungano da barriera contro calori altrimenti troppo diretti e contro il passaggio di ingredienti che potrebbero alterare il sapore del pesce (la crosta di sale, su tutti).
La testa, invece, va sempre lasciata, perché e’ indizio di freschezza. Pure dopo venti minuti a 200 gradi.

4. Evitate il piu’ possibile intingoli e spezie: più il pesce e’ fresco, più va assaporato in purezza.
Utilizzate solo quegli ingredienti che possano esaltarne il sapore, senza coprirlo (limone ed erbe aromatiche su tutti), anche in questo caso senza esagerare.
Riservate la creatività agli accompagnamenti, alla voce salse e contorni.

4. Temperatura e tempi di cottura dipendono la prima dal vostro forno e la seconda dal peso del pesce. Indicativamente, un pesce al forno del peso di un kg e’ pronto dopo 20 minuti a 180 gradi, in modalità statica, che diventano 35 se pesa 1 kg e mezzo. Oltre i 2 kg, e’ meglio farlo in tranci. Tenete conto che non tutti i pesci sono uguali (toh, chi lo avrebbe mai detto…) e che di conseguenza anche la loro carne può rivelarsi più o meno tenace, in cottura.
Il consiglio e’ sempre quello di controllare, dopo i primi venti minuti: se la carne e’ bianca e, pur mantenendosi compatta, si stacca dalle lische, e’ pronto.
Attenti comunque a non cuocerlo troppo, pena trovarvi in bocca della stoppa. Che magari saprà anche di mare, ma sempre stoppa e’.

5. Infine, visto che la fantasia italica non poteva limitarsi ad una sola preparazione, anche per il pesce al forno esistono svariati metodi di cottura.
I più famosi, oltre a quello classico, sono al cartoccio, in crosta di sale e, più recentemente, in crosta di meringa salata.
Di solito, i pesci “grassi” prediligono il sale, quelli magri il forno diretto, il cartoccio evita il rischio di farli seccare e la meringa quello di impestarvi la casa del “mare, profumo di mare”, non a tutti gradito – specie se permane anche il giorno dopo.

Di seguito ci sono 4 preparazioni diverse di Pesce al Forno.

Orata al Forno con Citronette al Prezzemolo
a cura di Marina Bogdanovic

Orata in Crosta di Sale e Aromi Mediterranei
a cura di Valentina De Felice

 

Pesce al Forno in Crosta di Meringa Salata
a cura di Alessandra Gennaro

Trota in Cartoccio
a cura di Cinzia Martellini Cortella

41 Comments

  • Patty

    1 aprile 2017 at 9:18

    Quattro ispirazioni irresistibili per una preparazione che non è un pesce d’aprile.
    E neanche questo meraviglioso sito. Grandissimo lavoro e avanti tutta!

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:09

      Avanti tutta, patty, a tutte noi, con te <3

  • Orate al forno con carciofi, patate e pomodorini | Rossella lacucinatifabella!

    1 aprile 2017 at 9:19

    […] di pesce si parla come non iniziare proprio con la GN del pesce al forno? Un piatto che preparo spesso utilizzando i dentici oppure le orate (o dorate, nome che fa […]

  • Pesce al forno. La cottura sotto sale. – EatParadeBlog

    1 aprile 2017 at 9:30

    […] al forno. Argomento del Calendario del Cibo Italiano che coincide con la pubblicazione del sito e delle pagine ufficiali sui […]

  • Dani

    1 aprile 2017 at 9:33

    Woooowww!!! Magnifico post, ho già capito che qui si troveranno ogni giorno fantastici consigli e ottime ricette!!! 🙂

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:08

      Siamo troppo felici di averti con noi Dani <3

  • Kika

    1 aprile 2017 at 9:34

    Pronti, via!
    Buon lavoro a tutti e in culo alla balenaaaaaaa… ah no, è un mammifero!

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:08

      In c… a tutto facciamo così 😀 Grazie bella Kika nostra 🙂

  • cristina galliti

    1 aprile 2017 at 9:42

    Anche se non c’è uno dei miei pesciacci, mea culpa perché non ho fatto in tempo ma mi rifarò, non posso essere che felice perché il calendario esordisce con un pesce e non è uno scherzo nonostante il 1° aprile!!
    Avanti tutta! Evviva la cucina italiana e il suo calendario 🙂

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:07

      Cristina 🙂 Grazie milleeeeeeeeeeee.

  • Manu

    1 aprile 2017 at 9:54

    Il pesce non poteva che essere l’elemento migliore per inaugurare il nuovo sito del calendario, perché è una preparazione base testimone della gioia di cucinare e della condivisione
    Grandi ragazze

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:07

      Grazie mille, di vero cuore. E tu lo sai perchè!

  • Ottavia

    1 aprile 2017 at 9:54

    Grande inizio!!!
    Bel post, ricette appetitose e foto che fanno venire l’acquolina.
    …e non è un pesce d’aprile! 😉

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:07

      Ottavia grazie di cuore per essere passata e gioire con noi 🙂

  • cristiana di paola

    1 aprile 2017 at 10:02

    In bocca al lupo! Gran bel lavoro Vale!

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:06

      Evviva il Lupo! Siamo felici che ti piaccia!

  • Giuliana

    1 aprile 2017 at 10:37

    quattro ricette perfette!

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:40

      La nostra Giuly <3 Grazie per esserci!

  • Eleonora

    1 aprile 2017 at 10:42

    Grandissimo lavoro!!
    Ed è solo l’inizio.

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 10:49

      Grazie Eleonora, per il tuo appoggio e per essere con noi, sempre 🙂

  • Pasqualina

    1 aprile 2017 at 11:02

    Iniziamo in grande stile!!! Il progetto è stupendo e questi pesci mi fanno una gola incredibile! Viene voglia di farli tutti!!!!

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 11:10

      Grazieeeeee Pasqualina, siamo contente che ti piaccia il nostro stile, che tu creda in questo progetto e che ne sia parte insieme a noi 🙂

  • Raffaella

    1 aprile 2017 at 11:06

    Ma che bellissima idea il calendario!! E come sempre superbe ricette… bello,bello,bello☺️☺️

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 11:11

      Grazie, grazie, grazie, Raffaella.

  • Mai

    1 aprile 2017 at 11:52

    Meraviglia!
    E non è nessun scherzo!!!!

  • alessandra

    1 aprile 2017 at 12:47

    Gran bel lavoro, ragazze. E se il buongiorno si vede dal mattino…
    … quanto dovremo lavorare? 😉

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 12:48

      Se si lavora con questi risultati, non è un lavoro, ma un piacere e un onore!

  • Tamara Giorgetti

    1 aprile 2017 at 15:12

    Complimenti, un sito molto bello e funzionale, siete tutte molto brave e motivate, per non parlare delle ricette, una più bella dell’altra…saluti

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 16:28

      Siamo felici che ti piaccia 🙂 grazie mille Tamara

  • Tina

    1 aprile 2017 at 15:25

    Si inizia veramente alla grande!
    Adesso che il calendario si è materializzato, posso proprio dire che sono felicissima di partecipare a questo progetto. Continuiamo così!!!!!

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 16:27

      Grazie di essere insieme a noi, Tina 🙂

  • Giovanna Lombardi

    1 aprile 2017 at 15:47

    Chi dorme non piglia pesci. Qui il letto non lo avete neanche sfiorato! Strepitoso, dal sito in poi 😍

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 16:27

      Che bellissima cosa che hai detto Giovanna. Grazie ci dai la carica!!!!

  • Monica

    1 aprile 2017 at 17:15

    Wow che meraviglia!!
    Complimenti grandissimo lavoro!!!!

    1. Redazione

      1 aprile 2017 at 17:15

      Grazie Monicaaaaaaa 😀

  • Elena

    1 aprile 2017 at 19:34

    Per il 1 di Aprile non si poteva che partire con il pesce e siamo pure andati alla grande, visti i numeri!
    Queste 4 ricette sono davvero la base per la cottura al forno, e c’è l’imbarazzo della scelta, una proposta meglio dell’altra, davvero complimenti! una partenza col botto!

    1. Redazione

      2 aprile 2017 at 7:21

      Ed è grazie ai contributi come il tuo che questo Calendario ha deciso di ripartire 😀 Grazie Elena.

  • Gaia

    1 aprile 2017 at 21:23

    Ma non è un pesce d’aprile, eh?!?!
    😉

    1. Redazione

      2 aprile 2017 at 7:21

      Niente affatto, è tutto vero, anche i numeri riusciti a fare in meno di 24 ore dall’avvio. E come direbbero in Gomorra, “nun sapite che v’aspett'” 😀

  • Pesce al forno in crosta di sale per il Calendario del Cibo Italiano | Ricetta ed ingredienti dei Foodblogger italiani

    1 aprile 2017 at 23:38

    […] 1 aprile, è stato scelto come data per la partenza del Calendario del Cibo Italiano. Che la nostra gastronomia sia famosa in tutto il mondo è cosa chiara a tutti, ma che spesso […]

  • Lucia Melchiorre

    2 aprile 2017 at 15:42

    Non potevamo esordire in modo migliore…4 meravigliosi modi per cucinare il pesce!!! E io..Nell’imbarazzo della scelta…Li provo tutti!!!! Bellissimo questo sito!!!! Semplice ed elegante…Essenziale perché a farla da protagonisti sono i piatti della nostra splendida tradizione e…Non solo!!!! Meravigliosa la “voce degli Altri” per conoscere altre tradizioni….Bello tutto!!!! Un 1 aprile così non si scorda facilmente!!!!!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post