Blog post

Festeggiare l’arrivo delle prime giornate tiepide con un pic-nic in versione «so chic!» é il modo migliore per ricevere gli amici per un momento di piacevolezza e serenità.

Il picnic é evocativo di un momento di svago, di contatto con la natura, di profumo di erba appena tagliata e quindi tutta l’organizzazione del  ricevimento deve avere come quadro finale questa atmosfera bucolica e riposante.

Anticipate ai vostri invitati questa promessa con un cartoncino dai toni naturali, scegliete una bella frase dedicata ai giardini, ai fiori e specificate lo stile del ricevimento in modo che tutti possano scegliere l’abbigliamento adatto.

L’ invito per un picnic é solo apparentemente più semplice, in effetti richiede una organizzazione e una pianificazione perfetta e rigorosa per gestire le difficoltà di trasporto e allestimento e per favorire i movimenti dei vostri ospiti.

Sia che il picnic si svolga in un prato, sia che si svolga nel giardino di casa é importante allestire un tavolo di servizio, un punto di appoggio per le vivande, le bevande, i piatti, le posate ed i tovaglioli a disposizione per gli ospiti. Sullo stesso tavolo troveranno posto il pane da affettare, il sale, il pepe e l’olio.

Prima di scegliere una location per un picnic, anche se si tratta del vostro giardino di casa, é necessario analizzare bene il percorso del sole, le zone che rimangono in ombra sono le più fresche e ideali per i posti a sedere dei vostri invitati. Il tavolo di servizio sarà collocato  in un zona riparata se il picnic si svolge in giardino, oppure sotto un ombrellone se il ricevimento é in un prato. Bevande e cibi a disposizione degli invitati devono sempre essere gradevoli e freschi.

Prevedete anche una soluzione nel caso di un giorno di pioggia, non é mai elegante disdire un invito anche se a causa del brutto tempo. Organizzatevi per poter offrire un brunch in casa alla stessa ora, spostate mobili e ricavate spazio se non ne avete ma ricevete comunque i vostri amici. La formula del brunch vi permetterà di mantenere la stessa impostazione e lo stesso menu del pic-nic. Siate ottimisti, il tempo vi asseconderà ma prevedete une soluzione alternativa, arriverete meno stressate all’evento !

Il menu é un altro elemento fondamentale, scegliete cibi che siano facili da mangiare, senza salse e in piccole porzioni : i vostri ospiti devono godere dei cibi che assaporano e non preoccuparsi di tagliare, spellare o pulire. Il coltello e il cucchiaio non devono servire.

La scelta deve privilegiare cibi saporiti ma leggeri e freschi, ispirati ai prodotti dell’orto, agli aromi che iniziano in questa stagione a profumare l’aria. Piatti semplici da preparare in anticipo e da servire freddi.  Pasta fredda di piccolo taglio con ragù di verdure croccanti, terrine di carne e di pesce, insalatine di stagione, robioline fresche e piccoli contenitori con dips di verdure sono i piatti ideali. Per stupire i vostri ospiti potrete  proporre piccoli panini incartati in un’ elegante carta velina bianca e legati con uno spago se scegliete il total white come tema, oppure nell’evocativa carta paglia per un allestimento più rustico.

I dolci meritano un capitolo a parte: un insolito tavolo del cioccolato sarà la gioia dei golosi prima di una piacevole passeggiata. Tavolette di cioccolato, meringhette, biscotti e  gauffre da spalmare con l’inconfondibile crema alla nocciola trionferanno sul tavolo di certo più gradito.

Preparate dei thermos per il caffé di fine pasto oppure con varie tisane ai sapori del bosco per restare in tema.

L’idea più chic é predisporre tanti panieri di midollino naturale con il nome dei vostri invitati, ognuno di loro si servirà dei cibi e degli accessori al tavolo di servizio e potrà scegliersi il posto preferito dove consumare il pranzo magari all’ombra di un albero secolare.

Il paniere di midollino é un elemento funzionale che eviterà ai vostri ospiti fastidiosi andirivieni e nello stesso tempo é un oggetto decorativo e evocativo di quel «Déjeuner sur l’herbe» di Manet che ci incanta da sempre.

Giocare sul potere evocativo degli oggetti, delle decorazioni e delle parole é fondamentale, creare l’atmosfera é la ricetta del successo per qualsiasi ricevimento piccolo o grande. Il picnic ci fa pensare non solo ai quadri degli impressionisti ma anche a quell’anima «so british» che lo rende un momento di disinvolta eleganza in omaggio  alle colazioni nei boschi dell’aristocrazia inglese, durante le battute di caccia,  dove si riempivano i famosi cesti di vivande e porcellane preziose.

Lo stile per il picnic deve sempre essere di una raffinata e sobria grazia, la semplicità dell’eleganza deve caratterizzare tutto l’allestimento. Non cadete nella tentazione delle scontatissime tovaglie a quadri e dei tovaglioli di carta che una folata di vento porterà lontano. Privilegiate tessuti a fiorellini delicati, tele e lini d’altri tempi, ricami e tovaglioli in candido cotone. Sorprendete i vostri invitati con  una mise en place dal vago gusto retro’ dove tutto é studiato nei minimi particolari, create un evento che si ricordi non solo come un momento di distensione ma anche per quel tocco di originale eleganza che rende omaggio ai vostri invitati.

Rendete la natura protagonista della decorazione della tavola di servizio: la tovaglia diventa un prato fiorito con una gaia esplosione di colori e alcuni ranocchi che fanno capolino. Utilizzate i panieri come contenitori per piatti, posate e tovaglioli. Saranno perfetti anche vasi di coccio, cassettine di legno e piccoli cestini intrecciati.

I fiori saranno le rose del giardino, i fiori di campo, le spighe di grano e di orzo per l’estate, disposti in secchi e vecchi innafiatoi di latta che trovere dai «brocanteurs» a prezzi molto convenienti. Ma anche tazze da té e vasetti della marmellata decorati con un nastrino in pizzo ricolmi di fiori e di frutti…



Prevedete lanterne e ghirlande di lucine da appendere agli alberi per la sera, l’atmosfera sarà da fiaba e, se la temperatura é clemente, i vostri invitati vorranno approfittarne fino all’ultimo !

Il menu sarà stampato su una grande farfalla che all’occorrenza potrà diventare anche un ventaglio per le signore nel caso di una bella giornata di sole.

Come souvenir della giornata una bustina di semi di fiori per i terrazzi, una piantina aromatica, un barattolino di marmellata preparato da voi e accompagnato da due righe di affettuoso ringraziamento con la promessa di ritrovarsi al più presto per un altro piacevolissimo picnic chic!

Testi a cura di Caterina Reviglio Sonnino
http://liberfaber.com/it/caterina-reviglio-sonnino/
Photo Credit: William Monaco Photographer – Milano
Allestimenti Floreali: Elena Zunino – Il Gambo, Bordighera
Grafica: CR&A Officina – Bordighera

9 Comments

  • sabrina

    25 aprile 2017 at 10:42

    Premetto che ho sempre decretato di odiare i pic nic. Oggi ho capito che non sono i pic nic che detesto, ma solo quelli fatti male con il sole, le formiche e la mancanza di comodità. Adorerei essere invitata ad uno di quelli organizzati da Caterina Reviglio Sonnino. Quindi da oggi solo pic nic chic!

  • Redazione

    25 aprile 2017 at 11:09

    L’invito che tutti vorremmo ricevere, il pic nic a cui tutti vorremmo partecipare, e il dejuner sur l’herbe che tutti dovremmo essere in grado di organizzare, grazie ai suggerimenti di Caterina Reviglio Sonnino, che ci onoriamo di ospitare oggi sul Calendario del Cibo Italiano!

  • diana

    25 aprile 2017 at 11:24

    Caterina, la migliore che possiate trovare, disponibile e amichevole sempre, ho partecipato alla sua “Benvenuta Primavera” qualche tempo fa e potete credermi, c’è sempre da imparare e non avete idea di cosa avesse preparato per quella giornata rimasta impressa nei ricordi di coloro che avevano assistito. Grazie Caterina!!

    1. Redazione

      25 aprile 2017 at 11:25

      Grandissimo regalo che ha fatto al Calendario, con il suo prezioso articolo! Grazie anche a te per avercela fatta conoscere!

      1. diana

        25 aprile 2017 at 11:46

        e’ stato un grandissimo piacere.

  • Mai

    25 aprile 2017 at 18:33

    Adesso non ci sono scuse per fare un picnic chic!!!
    Fantastico, e quante idee!
    Grazie!!!

  • Lucia

    25 aprile 2017 at 20:45

    Grazie a Caterina ho compreso l’arte del ricevere..Con questo articolo ho chiuso il cerchio e ora so anche come organizzare un pic-nic chic..Meraviglioso articolo e stupende immagini..Grazie Caterina!

  • Katia Zanghi’

    25 aprile 2017 at 22:57

    Non svegliatemi! Sto sognando.
    Grazie,Caterina!
    Grazie Mtc e Calendario del Cibo italiano!

  • alessandra

    26 aprile 2017 at 2:30

    Qui continua a diluviare da mesi, ma sarei uscita lo stesso per allestire un pic nic con i tuoi suggerimenti. Ma ci organizziamo il primo maggio, a questo punto. Anche a costo di farlo sotto un tendone. Grazie, grazie, grazie davvero!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post