Blog post

La torta Morotskaka, dal nome pittoresco che significa semplicemente Torta di Carote, è un dolce che viene servito tradizionalmente in Svezia e grazie alla sua composizione si mantiene umido e morbido per più giorni nonostante la presenza di poco grasso nell’impasto.
E’ preparata con carote, mandorle e una buona dose di spezie: cardamomo verde dal sapore pungente, dello zenzero grattugiato fresco molto aromatico, cannella per riscaldare e confortare e vaniglia, quel profumo così familiare e dolce. La ricetta originale prevede l’utilizzo delle mandorle, che però possono essere sostituite con delle noci o delle nocciole.
Si trova spesso nelle caffetterie svedesi all’ora di colazione, perché insieme ad una tazza di caffè nero o di tè aromatico viene scelto dagli svedesi per iniziare la giornata oppure come pausa dolce tipica.
Se alla domenica non avete nulla da fare però, potete anche farvi un giro nel famoso negozio di arredamento svedese che più o meno tutti conosciamo (chi non ha una libreria Billy??) e gustarvene una fettina.
Si serve coperta da una crema di formaggio spalmabile e zucchero a velo, a volte si trova decorata con piccole carote di marzapane: la crema però ne riduce la conservabilità per cui è preferibile mantenerla coperta in campana di vetro e al servizio spalmarne un pochino sulla fetta o servirne un poi a fianco.

La pasticceria svedese ha una tradizione che vede protagonisti dei dolci un po’ lontani dai sapori a cui siamo abituati e forse la morotskaka è la più simile a quanto possiamo gustare dalle nostre parti: basti pensare in alternativa alla Palsternackskaka, una torta a base di pastinaca e spezie, oppure alla Ostkaka, una specie di cheesecake delle origini che però è più saporita e meno amabile rispetto ad una torta di ricotta ad esempio.
La consistenza della Morotskaka una volta cotta sarà piuttosto umida: è preferibile per questo utilizzare della carta da forno anziché imburrare e infarinare la tortiera per poterla sformare più facilmente. Consiglio anche di attendere il completo raffreddamento prima di servirla, anzi se avete pazienza il giorno dopo sarà più buona. Importante è anche il recipiente di cottura: meglio usare teglie di alluminio per una uniforme distribuzione del calore e soprattutto di forma rettangolare per porzionarla più facilmente vista la delicatezza dopo cottura.

La ricetta presente su vari blog svedesi è stata riadattata in grammi.

Morotskaka

Ingredienti
Per circa 12 porzioni

75 g di Mandorle
220 g di Carote
2 uova
130 g di zucchero di canna scuro
75 ml di olio di girasole
10 capsule di Cardamomo verde
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato finemente
100 g di farina 00
2 cucchiaini di lievito per dolci
un pizzico di sale

Per il Frosting
150 grammi di formaggio spalmabile
100 grammi di zucchero a velo

Pulire le carote e tritarle in un frullatore insieme alle mandorle.

In un’altra ciotola, montare le uova con lo zucchero e sempre montando unire a filo l’olio. Pestare i pallini contenuti nelle capsule di cardamomo e unire la polvere alle uova, così come la vaniglia, la cannella, lo zenzero.
Unire ora il trito di carote e di seguito la farina setacciata con il lievito e il sale.
Versare in tortiera rivestita di carta forno e cuocere a 160/170 gradi per circa 45 minuti.

Per la crema: mescolare con una frusta il formaggio con lo zucchero a velo. Unite se vi piace un pizzico di cannella e un goccino di vaniglia per richiamare il sapore del dolce.

Testi e fotografie a cura di Lidia Mattiazzi – The Spicy Note

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post