Blog post

Insalata? Mista è meglio!

Nell’immaginario comune l’insalata è sinonimo di cucina leggera, dietetica e salutistica, intesa principalmente come un contorno a base di ortaggi a foglia crudi, ma può essere l’apertura di un pranzo oppure un vero e proprio piatto unico, ricco e nutriente.

Preferita da chi vuole restare in forma, è anche una soluzione veloce per quando non si ha il tempo di preparare altre verdure e anche se la consumiamo durante tutto l’anno è un piatto tipicamente estivo, ricca di fibre, sali minerali, acqua, vitamine e clorofilla, l’antiossidante per eccellenza, diuretica e rinfrescante, ci regala benessere e leggerezza. Un prezioso concentrato di sostanze benefiche che ci aiutano ad affrontare la calura. E poi le insalate miste sono appetitose, fresche e colorate, appagano la vista oltre che l’appetito, saziano senza appesantire.

Preparare una insalata mista non è difficile, l’importante è seguire il più possibile la stagionalità ed avere le idee chiare su quali ingredienti scegliere. Il risultato finale dovrà essere un piatto dove i singoli sapori risultino armonici senza prevalere uno sull’altro e che alla fine, guardandolo, invogli all’assaggio.

Innanzitutto scegliamo le verdure di base: una insalata verde che può essere di diverse qualità scelta fra le varie famiglie di lattughe, cicorie, radicchi o indivie, misticanza o valerianella, magari integrata con qualcuna a foglia rossa. Poi aggiungiamo pomodori, cipollotti, cetrioli, carote e peperoni, rucola o germogli e altri ingredienti che contribuiscano ad arricchire i colori del piatto (mais, olive, rapanelli) in pratica, tutto quello che suggerisce il gusto personale. Per un sapore più stuzzicante vale anche la frutta secca , mentre un tocco di originalità lo darà qualche fettina di avocado o altra frutta fresca. Se aggiungeremo pollo o prosciutto, formaggio o uova, gamberi o tonno diventerà un ricco piatto unico.

Un fattore importante è anche il condimento, basilare per quanto riguarda gli antiossidanti perché vengono assorbiti meglio dall’organismo se accompagnati da sostanze grasse .
Solitamente, per condire l’insalata usiamo olio, sale pepe e aceto, ma ci sono infinite possibilità per creare emulsioni e condimenti diversi come yogurt, panna acida, salsa di soia, senape, miele, aceto balsamico, spezie, erbe aromatiche ed altro ancora.

Olio e aceto non andrebbero versati singolarmente sull’insalata poiché essendo uno grasso e l’altro acido, tenderebbero a restare separati. Meglio fare una vera e propria emulsione, basterà quindi una ciotola in cui sciogliere un pizzico di sale nell’aceto o nel limone, incorporare l’olio versato a filo mescolando velocemente con una forchetta o una piccola frusta per ottenere una salsina ben emulsionata da usare per le nostre insalate.

Testi a cura di Giuliana Fabris
Fotografie a cura di Cristina Galliti

1 Comments

  • Le insalate miste – infografica dal 1953 – Acqua e Menta

    14 luglio 2017 at 9:02

    […] anni dopo, oggi 14 luglio il Calendario del Cibo Italiano celebra la Giornata Nazionale dell’insalata mista, e noi la celebriamo con una nuova infografica “storica”: sette tratte dalla Cucina […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post