Blog post

Nome: Polpo

Nome scientifico: Octopus Vulgaris

Provenienza: Tutti gli oceani

Valori nutrizionali

Con 164 calorie per 100 grammi di prodotto cotto al vapore, il polpo è una fonte ottima di proteine, vitamina B12, Ferro, Rame e Selenio. È anche una buona fonte di Niacina, Vitamina B6, Fosforo, potassio e Zinco.

Il polpo contiene molte vitamine e minerali importanti. Una sola porzione di polpo, copre il 600% del fabbisogno giornaliero di vitamina B12, responsabile della formazione dei globuli rossi e del metabolismo dei grassi, tra le varie importantissime funzioni di questa vitamina. Anche il 128% del fabbisogno di selenio è contenuto in una sola porzione. Il Selenio aiuta nella crescita cellulare, migliora le funzioni immunitarie e, con la vitamina E, insieme, funzionano come antiossidante, per cui da un punto di vista nutrizionale sarebbe consigliabile accostarlo a cibi ricchi di questa vitamina.
È anche ricco di acidi grassi Omega 3, importanti per la salute cardiovascolare.

Usi in cucina: Bollito, in insalata, in umido, stufato. In sughi per pasta, in risotti.

Accostamenti di gusto: Limone, aceto, patate, peperoncino, pepe nero, mandarino, pomodoro, prezzemolo, cipolla, arancia.

Aneddoti e curiosità

  • Il polpo è il più intelligente degli invertebrati terrestri. È stato osservato, in cattività, che sono capaci di usare utensili, proprio come alcuni primati.
  • È stato osservato che il polpi annoiati, in cattività, mangiano i propri tentacoli. Esattamente come gli umani le unghie. Tanto poi ricrescono.
  • Sono maestri del camuffamento. Un polpo può cambiare colore del suo corpo in tre decimi di secondo. E non solo, sono anche maestri di imitazione, possono mimare piante, rocce, o altri animali e sparire, per difendersi dai predatori.
  • Sono di stirpe nobile. I polpi hanno il sangue blu. Letteralmente.
  • Hanno tre cuori. Uno più grande e due più piccoli. Questi ultimi si trovano vicino alle branchie e hanno la funzione di arricchire il sangue di ossigeno prima di trasferirlo verso il grande cuore, il quale pompa sangue al resto del corpo.

Polpo alla Luciana
(Ricetta di Antonino Cannavacciuolo)

Ingredienti
Per 4 persone

3 grandi polpi
1 peperoncino
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
500 g di passata di pomodoro
olio extravergine d’oliva
sale
pepe
germogli di basilico per guarnire

Scaldate un filo d’olio in una padella e fatevi soffriggere l’aglio privato dell’anima, i gambi del prezzemolo e il peperoncino. Unite i polpi e proseguite la cottura a fuoco lento. Quando i tentacoli dei molluschi iniziano ad arricciarsi, eliminate l’aglio. Unite la passata di pomodoro e pepate. Abbassate poi la fiamma, versate un paio di mestoli di acqua bollente, coprite, e portate a cottura.

Distribuite il polpo a pezzetti con il suo sugo nei piatti e decorate con germogli di basilico e servite.

Nota: Non è raro nelle preparazioni casalinghe, che nel Polpo alla Luciana siano aggiunte olive nere.

Testi e scheda prodotto a cura di Michael Meyers
Fotografie a cura di Monica De Martini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post