Blog post

Per fare dei canederli / col brodo o col ragù / se ciapa del prezemolo / e se lo taia su; / farina, oio e zigole, / luganeghe col speck, / pan vecio senza migole / e ‘n toc de formai sgnèck.. Se fa balotole / col pan gratà / tre-quatro frègole / de ài pestà; / ‘na meza chichera / de lat e vin… / eco i canederli de noi trentin.

E noi ci aggiungiamo anche tutti gli altri: perchè se è vero che i Canederli sono un piatto fortemente localizzato, è altrettanto vero che sono troppo buoni per rimanere sulle montagne…

I canederli non devono essere troppo morbidi, altrimenti si sfaldano in cottura e nello stesso tempo non troppo duri perché non si deve mai usare il coltello per tagliarli, è sufficiente spezzettarli con la forchetta. Seguendo il link potete trovare canederli per tutti i gusti, coi porcini, di mare, vegetariani e anche dolci, qui una ricetta da “Cucina Magica delle Dolomiti”

CANEDERLI SCHIACCIATI ALLE ERBE SU LETTO DI SCALOGNI
di Bianca Berti

ricetta di Helene Markart

400 g di pane per canederli
8 scalogni
3 uova
1 rametto di timo
1 rametto di rosmarino
basilico
50 g di erba cipollina
burro
olio di oliva
sale e pepe

Tagliate il pane a dadini e ponetelo in un recipiente.
Prendete tre scalogni, mondateli, lavateli e tagliateli a dadini.
Fateli rosolare in una padella con del burro e aggiungeteli al pane.
Preparate un trito con il rosmarino, timo, basilico e erba cipollina e unitelo al composto di pane.
Sbattete a parte le uova e aggiungetele nella terrina.
Aggiustate di sale e pepe e amalgamate tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo.
Con le mani bagnate ricavate dal composto di pane canederli della dimensione che preferite e schiacciateli leggermente.
Fateli rosolare poi, dolcemente da entrambi i lati, in una padella con del burro e un po’ di olio.
Prendete i 5 scalogni rimasti lavateli e tagliateli sottilmente.
Dorateli a fuoco lento in una padella con del burro.
Togliete la padella dal fuoco e distribuite gli scalogni caldi su un piatto da portata.
Adagiate sopra i canederli schiacciati e servire subito in tavola.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post