Blog post

Contorno estivo a base di verdure tipico della cucina siciliana, della caponata esistono molte versioni ogni città e forse ogni famiglia ha la sua ricetta tradizionale.
Che sia a base di sole verdure o di pesce, che si tratti di caponata agrigentina, palermitana, catanese o napoletana … in ogni caso lasciamoci conquistare da questo dono per il palato che la tradizione puntualmente ogni estate ci fa.

della caponata
GRATIN DI RIGATONI CON CAPONATA
di Valeria Caracciolo

Per 4 persone

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 melanzana tagliata a cubetti di 1 cm
1 cipolla rossa a fette
4 gambi di sedano a fette
3 spicchi d’aglio tritati
6 pomodori San Marzano maturi a cubetti
1 cucchiai di capperi sotto sale dissalati
30 g di uva sultanina
30 g di basilico tritato
300 g di rigatoni
20 g di pane grattugiato
2 cucchiai di aceto di mele

Riscaldate un cucchiaio di olio in una larga padella a fuoco alto. Aggiungete la melanzana e un pizzico di sale e cuocete per qualche minuto finché non sarà colorata.
Aggiungete la cipolla, il sedano e 2 spicchi d’aglio e cuocete per 5 o 6 minuti finché non si ammorbidiscono.
Abbassate il fuoco ed aggiungete i pomodori, i capperi, l’uvetta, l’aceto e 150 ml di acqua bollente. Lasciate sobbollire per una decina di minuti o fino a che il sugo non si sarà addensato.
Aggiungete il basilico lasciandone un cucchiaio per la guarnizione del piatto.
Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela 1 o 2 minuti prima del termine della cottura, conservando 50 ml di acqua di cottura.
In una padella scaldate il restante olio e aglio e fate abbrustolire il pane grattugiato per 1 o 2 minuti.
Fate mantecare la pasta nella padella con il sugo e l’acqua di cottura che avete riservato, mescolate energicamente.
Servite con il pane grattugiato e il restante basilico.

 

1 Comments

  • Israel night club

    30 Luglio 2022 at 2:44

    I needed to thank you for this excellent read!! I definitely enjoyed every little bit of it. I have got you bookmarked to look at new things you postÖ

Comments are closed.

Previous Post Next Post