Blog post

Dolce diffuso capillarmente in tutta Italia, ma sempre con gli stessi ingredienti di base (un impasto di biscotti secchi, uova e cacao) e con lo stesso nome, derivato dalla forma che ricorda appunto un salame. A variare sono le denominazioni e gli aggettivi: dal più antico “dolce” al più diffuso “di cioccolato”, fino agli esotici “salame turco” e al mitico Salame Vichingo del Manuale di Nonna Papera

Salame Vichingo – Manuale di Nonna Papera

Ora più che mai i Vichinghi sono presi dalla smania dei grandi viaggi. Via mare, naturalmente, anche per fare bella mostra delle loro famose navi carenate. Anzi, proprio a proposito di queste ultime, aggiungeremo una particolarità poco nota e curiosa: una sola vela, quadrata e rossa, s’innalzava sulla nave. Sulle fiancate esterne dello scafo gl’irrequieti “guerrieri del nord” appendevano i loro scudi a colori alternati: uno scudo giallo, uno scudo nero, uno scudo giallo e così via. Ridendo e scherzando i Vichinghi giunsero a saccheggiare nell’ 836 Londra, nell’ 845 Parigi e Amburgo! E son stati questi scudi a ispirare la ricetta di questo salame!” 

Ingredienti

2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
150 g di burro
2 cucchiai di cacao amaro
1 bicchierino di Curaçao
200 g di biscotti secchi

Sbattete insieme i tuorli e lo zucchero finché la crema si gonfia. Fate sciogliere il burro a bagnomaria e unitelo ai tuorli con lo zucchero, il cacao e il Curaçao, mescolando alla perfezione. Tagliuzzate i biscotti a pezzetti piccolissimi, che unirete alla crema. Mescolata finale. Versate il tutto in una carta oleata, dando al dolce la forma di un salame, e chiudete le estremità. Mettete il “salame” in frigorifero e toglietelo quando si sarà indurito. Allora togliete la carta e… affettate!

Credits fotografici Patrizia Malomo – Andante con gusto

5 Comments

  • Salame al Cioccolato, nocciole e bacche di goji

    5 aprile 2017 at 9:02

    […] la GN del Calendario del cibo italiano dedicata al Salame al cioccolato, ho voluto dare una forma diversa, la forma di un fiore per […]

  • cristina galliti

    5 aprile 2017 at 9:06

    Che bellezza e che foto invitante! sembra proprio un vero salame, il mio invece sembra un bastone!! però è troppo goloso!

  • Patty

    5 aprile 2017 at 9:45

    Confesso di non avere mai fatto il salame in vita mia. Per tanto tempo l’ho considerato un dolce insulso.
    Ho dovuto ricredermi, non senza provare un profondo senso di imbarazzo.
    Ma il Calendario del Cibo serve anche a questo, evidentemente 🙂
    Grazie mille.

  • sabrina

    5 aprile 2017 at 10:13

    Nonna Papera ha colpito anche a casa fuocobio! : ))) Quanti bei ricordi! L’ho regalato anche a mia nipote. E’ felicissima e tutte le domeniche mattina prepara una ricetta con mia sorella. Un bacione http://lesmadeleinesdiproust.blogspot.it/2017/04/il-re-vittorio-emanuele-ii-la.html

  • Salame al cioccolato bianco per il Calendario del Cibo Italiano | La pagnotta innamorata

    5 aprile 2017 at 10:27

    […] ricetta celebra La giornata nazionale del Salame dolce del Calendario del Cibo […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post