Blog post

Nome scientifico: Specie di prunus, il cui nome dipende dalla specie

Provenienza: Cina e Giappone

Stagionalità: Da maggio a metà luglio, dipendendo dalla varietà

Valori Nutrizionali: Con 63 calorie per 100 grammi, le ciliegie sono una buona fonte di fibre e vitamina C.

Proprietà Medicinali

Le ciliegie contengono vari antiossidanti, come gli antociani e catechine, che fungono da potenti antinfiammatori.
I frutti della specie Prunus Cerasus, come le Amarene, Visciole e Marasche, sono considerati il cibo più ricco di antiossidanti che esista. Il succo o l’estratto di questo tipo di ciliegie è considerato da nuovi studi, come un gran coadiuvante in beneficio dei pazienti sofferenti di osteoartrite.
Gli antociani, sono i composti responsabili del colore rosso brillante e sono associati con un’alta capacità antinfiammatoria, a livelli simili di alcuni conosciuti antidolorifici.
Sempre le ciliegie «acide» diminuiscono il rischio di malattie cardiache e di infarto e aiutano ad abbassare la pressione arteriosa.
Gli antociani inoltre potrebbero aiutare a migliorare la memoria.
E non solo… Le ciliegie sono un provato e ottimo coadiuvante del sonno. Studi recenti dimostrano che un bicchiere da 250 ml di succo di ciliegia acida al mattino e uno prima di andare a letto, producono una significante riduzione dell’insonnia
Certamente anche le ciliegie dolci hanno questi benefici, in meno concentrazione.

Usi in cucina: In salse, marmellate, confetture, dolci. Da mangiare crude, al forno, disseccate, flambé, e anche in certe cotture lente.

Accostamenti di gusto: Cioccolato, arancia, limone, pollo, maiale, anatra, vaniglia, latticello, caramello, mandorle, salvia, rum.

Utilizzo degli scarti: I noccioli delle ciliegie sono sorprendenti, e il loro gusto è sorprendente.
Provate a lasciarli in infuso in un aceto, in un liquore o anche nella panna o nel latte caldi prima di farne una crema. Lasciati infusi nella vodka, creano un estratto che si può usare in tantissime preparazioni.
Fuori dalla cucina, un’altro uso sono i cuscini di noccioli di ciliegia. I noccioli di ciliegia hanno la proprietà meravigliosa di trattenere e poi rilasciare molto lentamente il calore, o di restare freddi per lunghi periodi di tempo. Per questa peculiarità, i noccioli si puliscono, si fanno seccare e con essi si costruiscono dei «cuscini» di tela che si riscaldano in microonde o si mettono in congelatore. Utili in caso di alcuni dolori lievi, primo aiuto di contusioni lievi o anche come scaldaletto, o qualsiasi uso che vi venga in mente.

Aneddoti e curiosità

  • Nel 1912 il Giappone regalò agli Stati Uniti 3.000 alberi di ciliegio giapponese, in segno della loro crescente amicizia. Questi alberi furono tutti piantati al Sakura Park a Manhattan e in epoca di fioritura sono un vero spettacolo.
  • Il Canada ha il record della più grande cherry pie mai sformata. Pesava 18 kg e fu prodotta a Oliver, in British Columbia.
  • Le ciliegie appartengono alla stessa famiglia delle rose.
  • Mentre i ciliegi hanno una vita media di 20 anni, in Giappone, a Jindai Sakura, esiste il più vecchio del mondo, che si conta avere tra i 1800 e i 2000 anni.
  • In Giappone, il ciliegio simbolizza la transitorietà della vita, che rappresenta uno dei maggiori temi del buddismo. Il ciliegio giapponese è conosciuto per la sua corta ma spettacolare fioritura, un processo naturale che descrive metaforicamente la vita umana.

Testi a cura di Michael Meyers
Fotografie a cura di Tamara Giorgetti – Un pezzo della mia Maremma
Nella fotografia con tecnica di still life ci si è ispirati all’opera d’arte di Fede Galizia, Alzata d’Argento con Ciliegie e una Farfalla.

 

2 Comments

  • Calendario del cibo italiano: Sfere di mousse allo yogurt e amarene, con la loro salsa, gelatina di maraschino, cioccolato e terriccio di cacao – Scelgo un libro per bambini con la pancia piena!

    31 maggio 2017 at 9:01

    […] in una ricetta. Di solito non ci arrivano fino a quel momento. Ma, questa volta, in occasione della Giornata nazionale delle ciliegie promossa dal Calendario del Cibo Italiano, sono riuscita a resistere per preparare un dessert al […]

  • Confettura di ciliegie e zenzero… ma non buttate noccioli e peduncoli | Rossella lacucinatifabella!

    31 maggio 2017 at 10:15

    […] la GN delle ciliegie ho pensato di preparare una […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post