Blog post

Per la serie: ottime idee nate per caso. Se non fosse stato per la disattenzione del piccolo Frank Epperson, forse oggi vivremmo senza neppure un ghiacciolo. Che di certo non è indispensabile alla sopravvivenza umana, ma nei giorni di canicola aiuta a tenere a bada i bollenti spiriti, e senza gravare sulla linea.

Dimenticarsi sul davanzale un bicchiere in cui aveva mescolato acqua e soda con un bastoncino è il solo merito di Frank: il gelo notturno fece il resto, creando il primo ghiacciolo con stecco della Storia. Siamo nel 1905 e da allora il ghiacciolo rinfresca i pomeriggi estivi di mezzo mondo. In Italia arrivò nel secondo dopoguerra, portato dai soldati americani, e non ci ha più lasciato.

Al limone o all’amarena, alla pesca o alla menta, si può fare in casa con pochi ingredienti: acqua, zucchero e succo (o purea finissima) di frutta. Ma occhio a non dimenticare il bastoncino!

Ghiaccioli menta e limone

Ingredienti:

150 ml di succo di limone

100 ml di acqua

60 g di zucchero

foglioline di menta

In un pentolino, portate a leggero bollore l’acqua e lo zucchero. Non appena lo zucchero si è sciolto del tutto, spegnete e mettetevi in infusione la menta. Fate raffreddare.

Filtrate il succo di limone e unitevi lo sciroppo, senza foglie di menta. Versate negli stampi e congelate per almeno 4 ore. Dopo un’ora circa, ricordatevi di inserire i bastoncini di legno.

Per avere un risultato di maggiore effetto cromatico, inserite all’interno dei ghiaccioli delle foglie di menta fresche, che siano visibili dall’esterno.
testo di Alice Del Re

immagini di Sara Sguerri

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post