Blog post

Nome scientifico: frutto delle tante varietà del genere Fragraria.

Origine: America, Asia ed Europa Occidentale

Stagionalità: da Aprile ad Agosto

Valori Nutrizionali: Con 32 calorie per 100 grammi di prodotto, le fragole non contengono grassi e sono fonte di Acido Folico, Potassio, fibre, Vitamina C e Manganese.

Proprietà Medicinali

Le fragole, pur avendo un alto contenuto di carboidrati, hanno un indice glicemico abbastanza basso, che le rende amiche delle diete, e dei diabetici. Aiutano a prevenire i picchi glicemici e a mantenere i livelli di insulina.
Inoltre, sono ricche di fibre, necessarie per alimentare i batteri « buoni » nell’intestino, migliorando la salute digestiva.

Sono ricche di Vitamina C, importante per il sistema immunitario e la salute della pelle.

Contengono grandi quantità di Antocianine: Nelle fragole ci sono più di 25 tipi diversi di antocianine, delle quali la più abbondante è la Pelagronidina. Le antocianine sono le responsabili del colore brillante di frutti e fiori ed è direttamente proporzionale all’intensità di colore del frutto. Mangiare frutti ricchi di antocianine come le fragole perfettamente mature, è associato a numerosi benefici sulla salute, specialmente quella del cuore. Inoltre, potrebbero aumentare il colesterolo HDL (quello buono), aiutare nel controllo della pressione e migliorare la funzione delle piastrine nel sangue.

Ellagitanini e Acido Ellagico. Le fragole sono considerate una delle migliori fonti al mondo di antiossidanti fenolici, tra cui gli elleagitanini e l’acido ellagico, legati a numerosi vantaggi, per esempio a un effetto antibatterico e alla prevenzione di alcuni tipi di cancro, come quello del fegato e quello orale. Questi due componenti avrebbero anche il potere di inibire la crescita delle cellule cancerose.

Usi in cucina: Crude, in puré, saltate. In pasticceria, in salato. Confetture, gelatine, marmellate. Lo zucchero e gli elementi acidi come succo di limone o aceto, ne potenziano il sapore.

Accostamenti di gusto: Champagne, ricotta, mirtilli, lamponi, ciliegie, Kirsch, arancia, vaniglia, avena, frutti di mare, riso, rabarbaro, cardamomo, menta, formaggi freschi, limone, aceto balsamico, aceto di lamponi.
E voi quante fragole mettete sotto la vostra porzione di panna montata?

Aneddoti e curiosità

  • La fragola (Fragraria) deve il suo nome al suo profumo delizioso, alla sua Fragranza.
  • La fragola non è esattamente un frutto. La parte rossa non è che il ricettacolo del fiore, che in realtà è un’infiorescenza. Infatti, i veri frutti sono gli acheni, quei piccoli « semini » gialli.
  • I Romani credevano che le fragole avessero straordinari poteri curativi. Le usavano per curare di tutto, dalla depressione, alla febbre, al mal di gola.
  • Nel Rinascimento, la fragola era particolarmente apprezzata e consumata con creme, dalle donne e con il vino, dagli uomini.
  • Nel secolo XVIII, una spia francese, che portava il nome predestinato di Amédéé François Frezier, la cui missione era osservare le fortificazioni portuarie in Perù e in Cile, scoprì che gli indios Picunches e Mapunches coltivavano fragole di grandezza molto superiore a quelle di bosco europee che si consumavano nel vecchio mondo.
    Di ritorno a Marsilla nell’agosto 1714, Frézier portava nei suoi bagagli delle piante di Fragraria Chiolensis, che portò al giardino botanico di Brest e poi ai Giardini reali.
    Di queste piante, solo cinque piante femmine sopravvissero al viaggio. Poterono fruttificare solo in presenza della fragola di Virginia (Fragraria Virginiana), una varietà di piccoli frutti originaria del Québec, portata in Europa un secolo prima. Dall’unione di queste due specie americane, nacque la specie che fornì la partenza della produzione mondiale di fragole: la Fragola Ananassa, chiamata così per il suo sapore simile a quello dell’ananas.
  • Dagli anni ’40 la California è il maggior produttore mondiale di fragole. Più di 10.000 ettari di terreno sono destinati a questa coltivazione.
  • In Israele, si sa che è cominciato l’inverno quando spuntano le prime fragole mature.

Testi a cura di Michael Meyers
Fotografie a cura di Tamara Giorgetti – Un Pezzo della mia Maremma

5 Comments

  • Le Fragole: 10 ricette per tutti i gusti – Mum cake Frelis

    19 maggio 2017 at 9:01

    […] partecipo alla “Giornata nazionale delle fragole” con  questo post che racchiude le 10 ricette con le fragole che potete trovare sul mio […]

  • AcquaEMenta

    19 maggio 2017 at 9:11

    siamo arrivati 1!!! lasciamo qui il commento con il nostro contributo alla Giornata Nazionale delle fragole!

    https://goo.gl/ktRD5P

  • Crostata al cioccolato e fragole

    19 maggio 2017 at 15:34

    […] secondo il Calendario del cibo italiano è la giornata delle Fragole. Vi propongo la ricetta di una torta, quasi senza zucchero (solo 15 g) con cioccolato […]

  • Calendario del cibo italiano ghiaccioli di fragole con lamponi e stevia e fior di fragola con yogurt greco! – Scelgo un libro per bambini con la pancia piena!

    19 maggio 2017 at 16:49

    […] il Calendario del cibo italiano dedica questa giornata alla fragola, un piccolo gioiello rosso che trova largo impiego in cucina, ma non solo, e che fin […]

  • OGGI E’ LA GIORNATA DELLE FRAGOLE – CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO | La Cucina di Monica

    20 maggio 2017 at 7:06

    […] Questa è la mia proposta per il Calendario del Cibo Italiano. […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post