Blog post

La nouvelle cuisine c’èst’ plus facile ….

Ma ve li ricordate gli anni 80? l’ottimismo, l’edonismo, le firme, l’apparire, tutto sembrava possibile e a portata di mano, per tutti.

Anche in cucina. Dove si assisteva al trionfo della francesissima Nouvelle Cuisine.

Ci ostinavamo servire quegli avocado che facevano tanto chic benché non avessimo la minima idea di cosa dovessero sapere. Non c’era buffet degno di questo nome senza tartine con uova di lompo, o quell’appiccicosa cremina rosa passata eufemisticamente per patè, che facevano il paio con i rollé di tramezzini, in un effusione di maionese a gogó, la sostanza era sostituita dall’apparenza.

In cucina e fuori si parlava francese.

La cucina francese rappresentava agli occhi della borghesia anni ’80 il massimo della ricchezza e del prestigio. Nelle cene si ostentavano, piatti chic e ricercati dai nomi stranieri meglio se accentati, se poi nel segreto delle proprie cucine si finisse a sfilatino con mortazza non è dato sapere …

E che soltanto i vips!

Elena Spagnol, una colta scrittrice italiana, autrice in quegli anni di una fortunata serie di ricettari di successo, rende accessibile a tutte le classi sociali la cucina internazionale, soprattutto francese, permettendo a tutte di provare, almeno una volta nella vita, la sottile ebbrezza della cucina accentata.

Tesoro che si mangia stasera?

Ma niente, vol-au-vent, coq au vin, patate mousseline e pesche Melba.

Ricette internazionali, si, ma rielaborate e proposte con le metodologie “rapide” tipiche ed esclusive solo della manualistica culinaria italiana degli anni ’70 e ’80 e per questo in definitiva sostanzialmente nostre. Una via italiana alla cucina internazionale.

Testi di Anna Calabrese

Le ricette sono tratte da:

Elena Spagnol, 100 piatti facili d’alta cucina, Sonzogno

Fabiola Palazzolo- Pesche melba

  1. Giuliana Fabris – Coq au Vin

Monica De Martini – Orata in crosta di sale di M.Guerard

Antonella Eberlin – Pere Savarin

Francesca Geloso – Uova nelle tazzine 

Fausta Lavagna – Meloncini Suvarov 

Silvia Coletto – Landerirette

Milena Zuppiroli – Riso in sorpresa

Manuela Valentini – Steack al pepe verde

  1. Anna Calabrese – Patè di Tonno

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post