Blog post

Si dice che l’appetito vien mangiando, ma in realtà viene a star digiuni.

A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?

Sono solo due delle frasi celebri del grandissimo Totò scelte perchè ci è sembrato giusto ricordarlo proponendo un menù per 4 persone con ricette tratte dal libri scritto dalla figlia “Fegato qua, fegato là, fegato fritto e baccalà” di Liliana De Curtis e Matilde Amorosi, ed. Rizzoli.

Oltre al gustoso menù in fondo all’articolo troverete il pdf delle ricette preparate lo scorso anno dalla comunity tratte dallo stesso libro

Sformato di Formaggio

di Fabiola Palazzolo

  • 2 confezioni di pasta sfoglia
  • 250 g di fontina sminuzzata
  • 150 g di parmigiano grattugiato
  • Sale
  • Pepe nero
  • Noce moscata
  • 200 g di latte
  • Due uova
  • Due cucchiai di farina
  • 1 cucchiaio di burro

In una teglia imburrata disponete la prima pasta sfoglia, bucherellate con i rebbi di forchetta.

In un tegamino fate sciogliere il burro, unite la farina e il latte caldo, fate intiepidire aggiungete la noce moscata, sale e pepe, mescolate per finire aggiungete la fontina e l’uovo, amalgamate il tutto e versate sulla pasta sfoglia, livellate per bene, ricoprite con la seconda pasta sfoglia, sigillate per bene i bordi, bucherellate la superficie, come avete fatto per la sfoglia di sotto, spennellate con l’uovo leggermente sbattuto. Cuocete, a 200° C, per 25 minuti. Servite ancora tiepida.

Coniglio al Porto

di Angela Strati

  • 1 coniglio a pezzi
  • 2 bicchieri di Porto
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cipolla
  • 1 tazza di passata di pomodoro
  • 1 manciata di basilico
  • 1 rametto di menta
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 cuore di sedano
  • 1 tazzina di capperi
  • 20 olive verdi snocciolate
  • 1 melanzana
  • 1 peperone
  • 2 patate
  • Olio extravergine d’oliva
  • Olio di semi da frittura (io uso quello di arachidi)
  • Sale e pepe

In una pirofila di vetro disporre i pezzi del coniglio, senza sovrapporli, insieme allo spicchio di aglio, il prezzemolo e un bicchiere di Porto. Lasciare marinare, coperto, per circa quattro ore, quindi asciugare bene il coniglio, infarinarlo leggermente e farlo rosolare in una padella con olio di oliva. In una casseruola a parte fare soffriggere in olio cipolla e sedano tritati. Aggiungere capperi, olive e passata di pomodoro, mescolare bene e lasciare cuocere per 10 minuti circa. Unire il coniglio rosolato precedentemente e aggiustare di sale e pepe. Coprire e continuare la cottura a fiamma bassissima per 1 ora circa (nel caso il fondo asciugasse troppo aggiungere brodo vegetale o acqua bollenti). Nel frattempo tagliare patate, melanzana e peperone a dadi e friggere in abbondante olio di semi. Asciugare le verdure dall’olio in eccesso su carta da cucina (o per fritti) e unirle al coniglio lasciando cuocere per altri 10 minuti. Unire la menta e il basilico spezzettati, l’altro bicchiere di Porto, lasciare evaporare il vino e servire caldo.

Pomodorini di Pachino sfiziosi

di Anna Laura Mattesini

  • 20 pomodorini di Pachino
  • 2 bocconcini di mozzarella
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 tazzina di pinoli
  • 1 tazzina di capperi
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Tagliate la parte superiore dei pomodorini (che metterete da parte) e svuotateli delicatamente della polpa.

In una ciotola unite la mozzarella tagliata a dadini piccolissimi, il basilico tritato, i capperi, i pinoli e l’olio.

Aggiustate di sale e pepe e riempite i pomodorini col composto, ricopriteli con la loro calottina e disponeteli su di un piatto da portata, decorando con qualche foglia di basilico.

BON BON al cioccolato

di Elena Broglia

Ingredienti per 25-28 pezzi

  • 65g di mandorle
  • 65g di nocciole
  • 150g di zucchero a velo
  • 1 albume di uovo grande
  • 55g di cacao dolce
  • 20g di burro

Tritate le mandorle e le nocciole, unite 1 cucchiaio di zucchero a velo, il cacao e il burro a pomata. Montate l’albume a neve. Con l’aiuto di un leccapentola amalgamate tutti gli ingredienti, e con le mani inumidite preparate delle palline grandi quanto una noce.

Posizionatele su carta forno e cuocete in forno ventilato, già caldo (a 150°C), per 20 minuti circa.

Lasciate raffreddare 5 minuti e poi rotolateli nel rimanente zucchero a velo. Fateli raffreddare completamente prima di assaporarli con un buon caffè napoletano!

Per tutta i nostri lettori in regalo ecco il  pdf delle ricette di Totò  scritte dalla figlia e preparate dalla comunity

1 Comments

  • Pomodorini di Pachino ripieni sfiziosi ricetta di Totò

    15 aprile 2018 at 15:37

    […] Calendario del cibo italiano oggi è la giornata dedicata a […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post