Blog post

Il cioccolato era già conosciuto ai tempi dei Maya che offrivano agli Dei i semi di cacao come simbolo di fertilità e vita, iniziarono anche la coltivazione delle piante di cacao. Fu però il 7 luglio 1847 che il cioccolataio inglese Joseph Fry inventò la prima tavoletta di cioccolata, per questo motivo oggi è stata istituita la giornata Mondiale del Cioccolato.

TORTA CIOCCOLATO E AMARENE
di Andrea Candioli

Dosi per una tortiera da 22 cm

240 g di farina
170 g di burro
200 g di zucchero
3 uova
80 g di cacao amaro
50 g di cioccolato fondente
80 g di panna
30 g di Philadelphia
1 bustina lievito per dolci
90 g di latte
30 di Rhum
sale

Farcitura

700 g di panna montata
amarene griottine

Decorazione

300 g di panna montata
sciroppo di amarene
Fragole ed amarene

Sciogliete il cioccolato fondente e attendete che si abbassi la temperatura intorno ai 30 °C (tiepido).
In planetaria montate il burro morbido con lo zucchero, unite le uova una alla volta con il sale. Aggiungete il cioccolato fuso al composto, la farina il cacao e il lievito (precedentemente setacciati), un po’ alla volta alternandoli con il latte, la panna e il rhum. Per ultimo unite il Philadelphia. Il composto risulterà bello morbido.
Cuocete con forno caldo a 180 °C per 50 minuti circa.
Una volta raffreddata tagliate la torta in 3 parti e farcite con panna montata e amarene griottine.

Per la decorazione montate la panna e unite un po’ di succo di amarene mescolando delicatamente la panna montata dall’alto verso il basso, ma solo per una decina di volte in modo da rendere la panna colorata non uniformemente.
Decorate poi con fragole e riccioli di cioccolato.


BICCHIERINI CON MOUSSE AL CIOCCOLATO.
RISOLATTE ALLA VANIGLIA E CILIEGIE
di Milena Zuppiroli

dosi per sei bicchierini

Mousse al cioccolato senza uova (da una ricetta di Giulia Carboneschi)
400 g di panna liquida,
425 g di cioccolato fine extra-fondente,
250 g di panna semi-montata.

Riso latte alla vaniglia

500 g di latte intero,
150 g di riso Arborio o Carnaroli,
40 g di zucchero semolato,
un pizzico di sale,
un pizzico di cannella,
1 stecca di vaniglia.

Per preparare la mousse tagliate finemente il cioccolato e versatelo in una capiente ciotola.
In un pentolino scaldate la panna liquida e una volta giunta quasi a bollore versatela a filo sul cioccolato mescolando con una spatola per stemperarlo bene. Amalgamate con cura fino ad ottenere una ganache lucida. Quando la temperatura della ganache è scesa e unite qualche cucchiaio di panna semimontata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Proseguite così incorporando la panna restante. Appena pronta, coprite la mousse con la pellicola trasparente e trasferitela in frigorifero a rassodare per almeno 3 ore.

Mentre la mousse raffredda preparate il risolatte. in un pentolino dal fondo antiaderente portate a bollore il latte con lo zucchero, il pizzico di sale e la polpa di mezza stecca di vaniglia. Aggiungete quindi il riso. Mescolate frequentemente finché non sarà cotto. Deve rimanere al dente e risultare leggermente cremoso. Se serve aggiungete un goccio di latte.

Composizione dei bicchieri:
formate in ogni bicchiere uno strato sottile di risolatte, ricoprite con qualche ciliegia divisa a metà e infine formate con la sac a poche un ultimo strato di mousse al cioccolato.
Decorate con il riso tenuto da parte e altre ciliegie.


DOLCE AL COCCO E FONDENTE
su base di salbè e granola
di Francesca Geloso

Per la base

250 g di frollini sablè al cacao amaro
100 g di granola

per la crema

90 g di burro
500 g di mascarpone
250 g di philadelphia
90 ml di latte di cocco 140 g di zucchero semolato
125 g di cocco rapè
4 tuorli d’uovo
1 pizzico di sale
scorza di 1/2 limone non trattato

Per la glassa al cioccolato fondente

125 g di cioccolato fondente al 70% sminuzzato finemente
60 ml di acqua
40 g di burro
Per le decorazioni di cioccolato
150 g di cioccolato fondente al 70%

Tritate nel mixer i frollini e la granola, nel frattempo fate sciogliere il burro a bagnomaria e , una volta tiepido, versatelo sul mix, mescolate il tutto e distribuiteto in uno strato sul fondo di uno stampo a cerniera foderato con carta forno e foglio di acetato alimentare. Riponetelo in frigorifero a riposare per una mezz’ora circa e in questo lasso di tempo preparate la crema per la torta. Mettete in una grande ciotola resistente al calore i formaggi,il latte di cocco, lo zucchero, le uova ed il pizzico di sale e appoggiatela su di una pentola con acqua in leggera ebollizione. Sbattute con una frusta il composto per alcuni minuti fino a quando questo è diventato spumoso, togliete la pentola la ciotola e adagiatela in acqua fredda e cubetti di ghiaccio per bloccare la cottura. Al composto freddo aggiungere il cocco rapè e la scorza di limone.

Quando la crema di formaggi e cocco è pronta, riprendere lo stampo cotto e versarla sulla base, rimettere in frigorifero per almeno 4 ore

Per il topping realizzate una semplice glassa unendo il burro e l’acqua in un pentolino e portandoli a lieve bollore,poi allontanate dal fuoco e aggiungete al centro ed iniziate a mescolare dal centro verso l’esterno incorporando tutto il liquido facendo attenzione di non incorporare aria e ottenendo una glassa leggermente lucida
Tirate fuori dal frigo la torta precedentemente assemblata e l’ho rifinitela con la glassa al fondente, una spolverata di cocco rapè e alcune decorazioni di cioccolato fondente.

1 Comments

  • Calendario del cibo italiano: bicchierini con mousse al cioccolato (senza uova), risolatte alla vaniglia e ciliegie – Scelgo un libro per bambini con la pancia piena!

    7 luglio 2018 at 16:53

    […] questo caldo, per la Giornata mondiale del cioccolato, promossa dal Calendario del cibo italiano, non potevo sottrarmi dal preparare qualcosa di buono con questo magico e golosissimo prodotto che […]

Comments are closed.

Previous Post Next Post