Blog post

Un secondo piatto di terra tra i più apprezzati, arricchito dalla varietà di possibili declinazioni in cui può essere gustato. Un vero e proprio comfort food che porta la grande firma della tradizione culinaria italiana.

E’ un piatto semplice di tradizione contadina, un po’ rustico con un sughetto arricchito dalle spezie e le verdure dell’orto è il pollo alla cacciatora che stuzzica l’appetito appena viene servito a tavola. Non una ricetta codificata, ma tantissime ogni famiglia ha la propria ricetta tramandata. Ottimo se cotto lentamente e servito con delle fette di pane , polenta o delle patate.

pollo alla cacciatora
POLLA ALLA CACCIATORA (A MODO MIO)
di Giuliana Fabris

1 grosso pollo a pezzi
1 cipolla bionda
1 carota
2 coste di sedano
2 spicchi d’aglio
5 o 6 pomodori, spellati e tritati (o una scatola di pelati)
1 ciuffo di maggiorana
due o tre rametti di timo
1 bicchiere di vino bianco
olio, burro, sale e pepe macinato al momento.

Tritate grossolanamente le verdure.
Lavate accuratamente il pollo, asciugatelo con dello scottex e mettetelo ben disteso a rosolare con olio e burro in una casseruola, o in una ampia padella. Appena è ben rosolato, regolate di sale e pepe, aggiungete il trito di verdure e lasciate insaporire, quindi sfumate con il vino bianco e appena è evaporato unite i pomodori spellati e tritati grossolanamente, o i pelati. A questo punto aggiungete la maggiorana e il timo, coprite con brodo caldo o acqua calda, abbassate il fuoco e continuate la cottura finché il sugo sarà ristretto ma non completamente. Servite ben caldo con la polenta.

1 Comments

  • Enzo Gottardo

    17 Aprile 2019 at 21:39

    Scopro solo ora che il pollo 🍗 alla cacciatora di fatto è il pollo 🐔 in umido! Che delusione….

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post