Blog post

Leggenda narra che i suoi strati sovrapposti dovrebbero essere trentatré in onore del Cristo Salvatore, il suo ripieno invece è un cuore colmo dei frutti della primavera e anche il suo nome tradisce il suo legame con questo periodo dell’anno. Viva la meravigliosa Torta Pasqualina.

Questa torta ha origini antichissime nella tradizione genovese, la storia, le origini e l’importanza che la pasqualina ha per i genovesi lo possiamo leggere attraverso l’intervista che Sergio Rossi aveva rilasciato al Calendario.
Una ricchezza di gusto e fragranza dalla tradizionale torta Pasqualina alle bietole alla più ricca con ripieno ai carciofi. Oggi un idea monoporzione altrettanto gustosa con le uova di quaglia.

pasqualina
TORTA PASQUALINA MONOPORZIONE CON UOVA DI QUAGLIA
di Anna Laura Mattesini

250 g di pasta brisée,
120 g di bietole
150 g di ricotta pecorina
30 g di parmigiano grattugiato
6 uova di quaglia
olio extravergine
1 spicchio d’aglio
1 peperoncino piccante (si può sostituire con un pizzico di pepe)
sale

Soffriggete l’aglio ed il peperoncino nell’olio, poi schiacciateli e toglieteli.
Lavate e tagliuzzate le bietole, poi fatele appassire nell’olio. Aggiungete un bicchiere d’acqua ed il sale, e cuocete per mezz’ora. Fate raffreddare, strizzate bene e mescolate con la ricotta ed il parmigiano.
Stendete la pasta brisée, tagliatela con un coppapasta rotondo e foderate 6 pirottini per muffin.
Riempite fino a 3/4 con il ripieno preparato, poi formate una fossetta al centro e rompetevi delicatamente l’uovo di quaglia.
Ritagliate altri 6 dischi di brisée e ricoprite le tortine chiudendo bene i bordi.
Infornate a 200 °C per 40 minuti. Poi servite e gustate

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post