Blog post

Le zuppe, nate come cibo del popolo, sono oggi ricche di varianti regionali e locali in cui figurano come ingredienti principali verdure, legumi, carni e addirittura pesci, e che rappresentano molto bene i territori in cui esse vengono preparate; non solo le zuppe sono uno dei cibi confortevoli per eccellenza, cariche di storia e tradizione come sono, capaci di scaldare il corpo e il cuore nelle fredde sere invernali come nessun altro piatto caldo.

le zuppe
ZUPPETTA DI MOSCARDINI AI PROFUMI MEDITERRANEI
di Francesca Geloso

per 4 persone

4 -5 moscardini di taglia grande
2 spicchi d’aglio schiacciati
1/4 di parte bianca di porro affettata finemente
1 peperoncino
½ bicchiere di vino rosso
350 gr. di polpa di pomodoro
2 cucchiai di olive taggiasche private del nocciolo
1 cucchiaio di capperi sotto aceto
6 fette di pane toscano (meglio se del giorno prima)
prezzemolo
timo limone
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Per prima cosa pulite i moscardini e sciacquateli. Tagliateli in pezzetti grossolani poi fateli rosolare in un tegame con olio extravergine di oliva, il porro, gli spicchi d’aglio ed il peperoncino privato dei semi e diviso a metà.
Fate rosolare il tutto per pochi minuti, quindi versate il vino rosso e lasciate cuocere a fuoco vivace fino a che sarà evaporato.
Unite la passata di pomodoro, le olive taggiasche, i capperi, un ciuffo di prezzemolo intero e un paio di rametti di timo limone; aggiustate di sale e pepe e fate cuocere il tutto a fuoco basso, coperto, per 45 minuti circa.
Durante questo tempo controllate via via che il liquido di cottura non manchi (così fosse aggiungete poco alla volta del brodo vegetale) e mescolate di tanto in tanto.
Scoperchiate il vostro tegame e fate cuocere al minimo per altri 20 minuti.
Trascorso questo tempo togliete dal fuoco e fate risposare la vostra zuppetta per almeno un paio d’ore, in modo che tutti i profumi si amalgamino tra loro.
Infine, prima di servire la zuppa, riportatela sul fuoco e fate cuocere ancora dolcemente per un quarto d’ora circa.
Servite calda, condita con un filo d’olio extravergine a crudo e crostini croccanti di pane aromatizzati al timo-limone.

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post