Blog post

La torta di pane, nata dall’esigenza di recuperare il pane raffermo, è una torta solo all’apparenza povera che inizialmente veniva preparate per le giornate di festa con preparazioni tramandate di madre in figlia.  Moltissime sono le ricette tramandate di questo dolce ricco di tradizioni e di cui non esiste una ricetta codificata. Non solo torta di pane, ma anche un budino ha nel pane raffermo il suo protagonista.
Oggi in un ipotetico viaggio un dolce dalla tradizione anglosassone dove con gli avanzi del pane viene preparato il bread pudding di solito aromatizzato con la noce moscata (nutmeg), gustato a colazione o con il tè pomeridiano

la torta di pane
BREADPUDDING
di Leila Capuzzo

per 6 persone

2 uova grandi a temperatura ambiente
500 ml di latte intero
50 g di burro a cubetti
200 g di zucchero
1/4 di cucchiaino di sale
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata
1 cucchiaino di vaniglia
9 fette di pancarrè a cubetti
100 g di uvetta facoltativa

salsa alla vaniglia

100 g di zucchero
20 g di amido di mais
¼ di cucchiaio da tavola di sale
400 ml di acqua
45 g di burro
2 cucchiaini di vaniglia
¼ di cucchiaio da the di noce moscata grattata

In una grande ciotola sbattete leggermente le uova. Mescolate latte e burro a cubetti, aggiungete la mistura alle uova insieme poi a zucchero, sale, spezie e vaniglia.
Aggiungete i cubetti di pane e l’uvetta se lo si desidera e mescolate delicatamente.
Versate il tutto in una teglia di 28×20 cm imburrata. Infornate a 150 °C fino a quando un coltello inserito a 1 pollice dal bordo esce pulito, circa 40-45 minuti.
Nel frattempo, per la salsa, unite lo zucchero, la maizena e il sale in una casseruola. Mescolate aggiungendo l’ acqua fino a che il composto non diventa liscio. Portate a ebollizione a fuoco medio, cuocete e mescolate fino a che non si addensa, circa 2 minuti. Rimuovete dal fuoco, incorporate il burro, la vaniglia e la noce moscata. Servite con budino caldo.

 

1 Comments

  • buy anabolic online

    21 Ottobre 2021 at 20:46

    Thanks for the good article, I hope you continue to work as well.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post