Blog post

Il gulasch nasce nel medioevo in Ungheria come una semplice zuppa a base di carne e cipolle. Un piatto che a seconda dei posti viene chiamato gulyás, gollasch, goulash, gulasch e spesso stanno ad indicare piatti diversi.
Dopo aver assaporato il tradizionale gulasch triestino e un fumante piatto di gulash ungherese, poi dallo speciale di M’EAT la versione della Dalmazia, il gulyás nel paiolo, il Paprikàs di pollo e oggi un caratteristico gulash austriaco

del gulash
RINDGULASCH – Gulasch austriaco
di Manuela Valentini

Ricetta di Lasagnapazza
per il gulasch

700 g di carne di manzo (cappello del prete o muscolo)
50 g di strutto
1 cucchiaio di paprika dolce
paprika piccante a piacere
1 cucchiaino di maggiorana
sale
1 bicchiere di birra

per i canederli

3 panini (tipo rosetta) raffermi
1 cipolla
100 g di speck
1 cucchiaino di strutto
1 uovo
2 litri di brodo di carne
farina

Preparate il gulasch.
Tagliate a cubetti di circa due centimetri per lato la carne. Sbucciate e tagliate grossolanamente le cipolle.
Fate sciogliere lo strutto in un tegame e versatevi dentro le cipolle, fatele appassire a fuoco dolce facendo attenzione che non si brucino. Quando le cipolle saranno stufate aggiungete la carne e fatela rosolare. Quindi sfumate con la birra, fatela evaporare quasi tutta, aggiungete la paprika dolce, mescolate bene la carne e poi copritela d’acqua. Coprite il tegame e fate cuocere per almeno due ore, aggiungendo altra acqua se necessario, fino a che il sughetto si sarà ristretto per bene. A fine cottura aggiungete la paprika piccante a piacere e il sale.
Mentre la carne cuoce preparate i canederli.
Tagliate a cubetti il pane e mettetelo in un recipiente. Tagliate a rondelle la cipolla e a listarelle sottili lo speck e fateli rosolare in una padella con lo strutto. Aggiungete quindi la cipolla e lo speck ai cubetti di pane e aggiungete al tutto circa un paio di mestoli di brodo in modo tale che il pane si ammorbidisca, ma facendo attenzione che non diventi troppo molle.
Fate raffreddare il composto e aggiungete l’uovo e la farina, quanta ne servirà per ottenere un composto abbastanza consistente, tale da poterlo lavorare ed ottenere quattro canederli rotondi. I canederli andranno bolliti nel brodo bollente per una ventina di minuti.
Servite il gulasch accompagnato dai canederli.

 

1 Comments

Comments are closed.

Previous Post Next Post