Blog post

Sono dolci, invitanti con la loro superficie dorata, accattivanti per via di quella mandorla croccante che accolgono al loro interno, profumati, sono loro i biscotti di Prato. Insigniti del riconoscimento IGP per poter apprezzare il gusto dei Biscotti di Prato è meglio mangiarli nella loro veste classica, magari inzuppati in un bicchierino di ottimo Vin Santo fatto in casa. Si possono però gustare anche in stuzzicanti varianti.

.
BISCOTINI AI DATTERI, CIOCCOLATO E CANNELLA
di Giuliana Fabris

2 uova grandi
230 g di zucchero semolato
300 g di farina 00
100 g di datteri denocciolati
70 g di cioccolato fondente
1 cucchiaino scarso di cannella
10 g di lievito per dolci
30 ml di latte
1 cucchiaino estratto di vaniglia
poco zucchero a velo

Scaldate il forno a 170 °C ventilato. Riducete il cioccolato in piccoli pezzi e fate lo stesso con i datteri.
Con le fruste elettriche montate a lungo le uova assieme allo zucchero finché son belle gonfie e l’impasto, ricadendo “scrive” e aggiungete l’estratto di vaniglia. Setacciate insieme la farina, la cannella e il lievito. Iniziate a incorporarla al composto poca alla volta mescolando con una spatola dall’alto verso il basso per non smontare tutto, aiutandovi con il latte.
Otterrete un composto morbido a cui aggiungerete sia i datteri che il cioccolato, mescolate ancora per amalgamare tutto.
Foderate una teglia rettangolare con della carta da forno.
L’impasto sarà morbido, per maneggiarlo senza problemi mettete dello zucchero a velo su un foglio di alluminio, sporcatevi un po’ le mani con lo stesso zucchero e formate dei piccoli salamini avendo cura che siano più o meno uguali di misura. Fateli rotolare nello zucchero a velo, appoggiateli ben distanziati sulla carta forno, pareggiateli e compattateli un poco con le mani affinché poi al taglio abbiano la forma dei biscottini di Prato.
Distanziateli bene perché in cottura si allargano.
Cuoceteli per circa 30 minuti, poi sfornateli e lasciate che il grosso del calore se ne vada, ma tagliateli senza indugiare troppo, in obliquo, con un coltello affilato. Se li desiderate morbidi sono pronti, altrimenti abbassate il forno a 150 °C e infornate nuovamente per 5 minuti.


CANTUCCI AI FRUTTI ROSSI DISIDRATATI
di Bianca Berti

2 uova
200 gr zucchero
250 gr farina
1/2 cucchiaio di succo di limone
1/4 di cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
la buccia grattugiata del limone
100 gr frutti rossi disidratati (ciliegie, mirtilli, fragole)
50 gr mandorle tostate

Accendete il forno a 180 °C.
Impastate nella planetaria o a mano la farina con lo zucchero le uova intere e il succo di limone e bicarbonato (creano la stessa reazione del lievito). Aggiungete la buccia grattugiata del limone, i frutti rossi e la mandorle, queste ultime un po’ sbattute e rotte.
Formate un filone (o due più piccoli) di circa 5 cm di larghezza e disponetelo su una teglia ricoperta di carta forno. Infornate per 40 minuti.
Lasciate riposare mezz’ora, poi tagliate il filone in tante strisce diagonali di 1 cm di spessore, per ottenere la tipica forma di questi biscotti. Infornate ancora 5 minuti per lato, sfornate e lasciate raffreddare.

Se preferite dei biscotti di Prato più morbidi evitate il doppio passaggio in forno.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post