Blog post

Il cardo gobbo di Nizza Monferrato, presidio slow food, in questa stagione è al massimo della sua bontà.
Un ortaggio dal gusto particolare con una leggera nota amarognola. Si seminano a maggio, si raccolgono a ottobre e diventano «gobbi» grazie a una particolare tecnica di coltivazione. A settembre, quando sono già alti e rigogliosi, vengono piegati e ricoperti di terra da cui tentano di liberarsi diventando gobbi.

CARDI AL FORNO GRATINATI
di Elena Broglia

dosi per 2 persone

5 coste di cardo gobbo di Nizza Monferrato
2 cucchiaini di olio extravergineo
besciamella
Parmigiano reggiano
pane grattugiato
sale

Prima di tutto mondate i cardi, eliminate i gambi esterni, poi tagliate a pezzetti di circa 10cm, dopo aver tolto tutti i filamenti che si trovano verso l’esterno, mettete a bagno in acqua acidulata con limone, per evitare che si anneriscano.
Lessate in acqua con 1 cucchiaino di succo di limone per circa 15 minuti, eliminate l’acqua e poi lessate di nuovo in acqua senza limone per circa 1 ora e mezza. Fate raffreddare.
Scaldate l’olio in una padella e passate i pezzi di cardo per 5-10 minuti, aggiustando di sale.
Ungete una teglia da forno, cospargete di pane grattugiato, posizionate i gambi di cardo in modo ordinato, cospargete con formaggio grattugiato. Ricoprire con della besciamella e cospargete con pane grattugiato e formaggio.
Cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 30 minuti in modo da formare una leggera gratinatura.

2 Comments

  • speedy70

    5 dicembre 2018 at 22:04

    Gratinati sono una bontà!!!

    1. Redazione

      6 dicembre 2018 at 1:24

      Grazie 😉

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post