Blog post

Per i bambini, è il giorno che segue ad un’altra notte magica. Per gli studenti, è il “compiti delle vacanze-day”, tutti assieme appassionatamente. Ma per noi del Calendario, il 6 gennaio resta l’Epifania, una festa celebrata a tavola con tante tradizioni diverse, tutte accomunate dalla voglia di prolungare quelle vacanze che la scopa della Befana spazzerà via.

Una tavola ricca di befanotti, ciambella dei re Magi e tanti dolci come il tradizionale carbone dolce che arrichisce la calza della Befana


CARBONE DOLCE
di Francesca Geloso

200 g di zucchero semolato +300 g per lo sciroppo di zucchero
100 g di zucchero a velo
1 albume d’uovo
1 cucchiaio d’alcool puro ad uso alimentare
1 cucchiaio di bicarbonato
acqua
colorante alimentare in polvere o in gel, nero o secondo gusto

Preparate una glassa con un albume montato a neve ben soda, 200 g di zucchero semolato, l’alcool puro ad uso alimentare (o vodka), 100 gr di zucchero a velo, il bicarbonato e un cucchiaino di colorante nero.
A parte versate 300 gr di zucchero semolato in una casseruola non molto grande e copritelo con dell’acqua. Mescolate e fate cuocere per circa 10 minuti fino a quando lo sciroppo inizierà a caramellarsi diventando dorato. Lo zucchero deve arrivare alla temperatura di 141 °C. Se avete un termometro da cucina utilizzatelo.
Abbassate il fuoco e versate dentro lo sciroppo tutta la glassa mescolando rapidamente per incorporarla. Il composto gonfierà molto e compariranno bolle. Versate lo subito in uno stampo rivestito con carta stagnola, poi schiacciato e muovetelo con delicatezza per dargli una forma. Lasciatelo raffreddare e poi rompetelo a pezzi irregolari.

FETTINE AL CIOCCOLATO E NOCCIOLE
di Antonella Eberlin

ricetta da “Peccati di cioccolato” di Montersino

750 g di burro
350 g di zucchero a velo
150 g di uova intere
80 g di cacao amaro in polvere
925 g di farina di riso
150 g di amido di mais
500 g di nocciole in granella
2 g di sale
1 g di vaniglia Bourbon

Montate sulla planetaria la frusta a foglia. Lavorate il burro con lo zucchero a velo, il sale, la vaniglia. Unite le uova intere a filo quindi il cacao setacciato con la farina di riso e l’amido. Terminate l’impasto con la granella di nocciole. Versate l’impasto così ottenuto in un quadro di acciaio o formando uno strato spesso di 3 cm.
Livellatelo molto bene con una spatola e mettetelo a congelare. Quando la mattonella si sarà raffreddata bene, ricavate delle fette spesse mezzo centimetro.
Ricoprite la teglia con la carta forno e adagiatevi le fettine. Infornate a 180° per circa 10-12 minuti. Toglieteli dal forno e appoggiateli su una griglia. Fateli raffreddare bene e servite a temperatura ambiente.

FIORENTINE
di Leila Capuzzo

dosi per 50 pezzi

500 g di cioccolato fondente al 70%
150 g di nocciole tostate
150 g di uva sultanina
oro alimentare

Fate fondere il cioccolato al microonde per temperarlo (temperatura 30 °C) e trasferitelo in un cornetto. Formate su carta forno delle gocce di cioccolato grandi come monete e, prima che il cioccolato cristallizzi del tutto, decoratele con le nocciole e l’uva sultanina.
Dopo aver lasciato cristallizzare completamente staccate i dolcetti dalla carta forno e decorateli con foglia oro. Le fiorentine possono essere decorate anche con mandorle, pistacchi, pinoli, scorze candite di arancia, marzapane a vostro piacimento.


CARAMELLE AL MIELE CON ZAFFERANO, fatte in casa
di Camilla Assandri

130 g di zucchero di canna
40 g di miele con zafferano della Valle Erro
50 ml di acqua

Versate lo zucchero di canna, il miele con zafferano e l’acqua in un pentolino.
Mescolate continuamente e fate bollire il composto a fuoco moderato, finché l’acqua non sarà evaporata e lo zucchero si sarà caramellato. Appena il composto risulta cremoso, togliete il pentolino dal fuoco.
Versate il composto ottenuto negli stampini in silicone e lasciate raffreddare completamente.
Togliete le caramelle al miele con zafferano dagli stampini e conservatele in un barattolo di vetro.


SHORTBREAD PISTACCHIO E MIRTILLI
di Leila Capuzzo

dosi per 12 biscotti

170 g di burro a temperatura ambiente
133 g di zucchero semolato + 15 g per spolverizzare
2 g di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
220 g di farina 00
65 g di mirtilli essiccati tritati
60 g di pistacchi tostati e tritati grossolanamente
225 g di cioccolato bianco
codette e zuccherini per guarnire

Imburrate un anello per forno di 22 cm di diametro e appoggiatelo su una teglia rotonda coperta da carta forno oppure uno stampo dal fondo amovibile. Montate il burro con lo zucchero (meno i 15 g) fino a che il composto non è cremoso. Aggiungete la vaniglia, il sale, amalgamate bene e introducete la farina setacciata. Una volta formate le briciole di impasto aggiungete i pistacchi e i mirtilli impastando delicatamente.
Trasferite il composto nello stampo imburrato pressando bene e trasferite per un’ora in frigo. Preriscaldate il forno a 180 °C. Usando un coltello a lama liscia affilata suddividere l’impasto in 12 triangoli e bucherellarli con uno stuzzicadenti. Spolverizzate con lo zucchero semolato rimanente. Cuocere l’impasto fino a che non è dorato, ci vorrà circa una mezz’ora ma fate attenzione a non cuocere troppo per evitare che diventino poi troppo consistenti una volta raffreddati.
Fate fondere a bagno maria la cioccolata, decorate con la cioccolata fusa i biscotti inzuppandone la base oppure la superficie e decorateli con le codette o gli zuccherini. Lasciate raffreddare prima di servire.
Nota: l’impasto può essere preparato fino ad un mese prima, preparando le forme e avvolgendole in pellicola per poi conservarle in congelatore. Al momento di cuocerli potete infornarli già congelati avendo cura di cuocerli leggermente più a lungo.

2 Comments

  • Madhya Bihar Gramin Bank Balance Enquiry

    8 Gennaio 2019 at 16:40

    I think the admin of this web site is genuinely working hard in support of his site, since
    here every stuff is quality based stuff.

  • Cash for Junk Cars

    8 Gennaio 2019 at 17:15

    If you wish for to take a good deal from this paragraph then you have to apply these strategies to your won webpage.

Comments are closed.

Previous Post Next Post