Blog post

Le saporite seppie arrivano a noi dal mare profondo, portandone tutto il profumo, e realizzano il loro matrimonio perfetto nell’incontro con i deliziosi figli della terra e le tenere verdure di stagione.
La seppia più pregiata è quella giovane, lunga 10/12 cm, dalla carne tenera e digeribile, che cuoce in breve tempo. Le seppie con i piselli uniscono tutte le regioni italiane, ma vengono preparate in tantissimi modi come le seppie in zimino genovesi


SEPPIE IN ZIMINO CON PINOLI E FUNGHI
di Vittoria Traversa

ricetta tratta da “La Cucina Ligure di Levante” S.Marchese, ed. Muzzio

Per 4 persone

800 g di seppie lavate e tagliate a striscioline
50 ml di olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
50 g di carota tritata
50 g di cipolla tritata
½ gambo di sedano tritato
20 g di funghi secchi ammollati e tritati
15 g di pinoli
500 g di bietoline lavate e private dei gambi più grossi
50 ml di vino bianco secco
Sale e pepe

In una casseruola dal fondo pesante, o una terrina di coccio, scaldate l’olio; rosolate le verdure tritate e l’aglio, mescolate, lasciate cuocere qualche minuto, poi aggiungete i funghi e i pinoli. Lasciate stufare mescolando per 5 minuti aggiungendo parte dell’acqua di ammollo dei funghi ben filtrata. Fate evaporare perfettamente, quindi aggiungete le seppie. Salate e pepate. Fate asciugare il liquido mescolando spesso e sfumate con il vino. Fate evaporare e mettete in pentola anche le bietole tagliate a striscette. Portate a cottura coperto, poi scoprite e fate evaporare l’eventuale eccesso di liquido.
Regolate il sale, cospargete con un filo di olio crudo e servite con fette di pane casereccio.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post