Blog post

L’ape ricama fili invisibili da un fiore all’altro e cuce il prato di luce. E il polline che porta con sé, se lo guardi bene, è una polvere d’oro simile alle stelle, solo che anziché galassie crea l’incantesimo del miele (Fabrizio Caramagna)

La composizione e l’aromaticità di ogni miele dipende dall’ambiente in cui le api vengono allevate, contiene varie sostanze, alcune conosciute, altre ancora un mistero, che possono beneficiare la salute umana.
Tantissime le proprietà e le curiosità sul miele che vi abbiamo raccontato come che per produrre un chilo di miele, ci vogliono 6.000 api che bottinano 5.500.000 fiori e percorrono 150.000 km. Vale a dire, 4 volte il giro della terra o la metà della distanza tra la terra e la luna
In cucina molte le ricette dolci o salate in cui può diventare protagonista, come ci spiega nell’intervista che ci aveva rilascato lo Chef Corrado Assenza


SEMIFREDDO AL GORGONZOLA CON MIELE
DI RODODENDRO E CASTAGNO
di Manuela Valentini

per 10 porzioni
Semifreddo

335 g di panna fresca
145 g di albumi (circa 4 uova)
90 g di miele di rododendro
75 g di gorgonzola dolce
55 g di philadelphia
45 g d’acqua
7 gherigli di noce

Cialde al miele

20 g di burro
10 g di farina
20 g di miele di rododendro

Miele di castagno

Per preparare il semifreddo passate attraverso un colino il gorgonzola per eliminare i grumi e renderlo più cremoso, poi mettetelo in una ciotola ed amalgamatelo bene con il philadelphia fino ad ottenere una bella consistenza morbida
In un pentolino mettete l’acqua e il miele e fate cuocere fino a raggiungere i 121 °C. Nel frattempo iniziate a montare gli albumi a bassa velocità, appena il miele avrà raggiunto la temperatura, aggiungetelo a filo agli albumi e continuate a montare fino a quando gli albumi saranno belli gonfi e formeranno le caratteristiche punte. Agli albumi con delicatezza aggiungete la crema di gorgonzola e miele, mescolando per amalgamare bene, aggiungete anche i gherigli di noce spezzettati con le mani. Montate la panna ed incorporatela al composto di albumi con molta delicatezza per non smontare tutto. Trasferite il composto in stampi monoporzione, mettete in freezer per 6 ore o tutta la notte.
Per le cialde al miele in una ciotola amalgamate il burro a temperatura ambiente con il miele fino ad avere un bel composto cremoso, quindi aggiungete la farina setacciata e mescolate accuratamente. Coprite con pellicola a contatto della pastella e mettete a riposare in frigorifero per 3 ore.
Per la cottura preriscaldate il forno a 180 °C. Su una teglia foderata con carta forno mettete un piccolo mucchietto di impasto (prelevandolo da una ciotola con un cucchiaino), grande come una nocciola lasciate spazio tra una cialda e l’altra. Infornate per circa 4-5 minuti fino a quando saranno dorate, sfornateli e fatele riposare qualche secondo quindi dare la forma desiderata.
Togliete il semifreddo dal freezer una decina di minuti prima di gustarlo. Servite il semifreddo su un filo di miele di castagno, accompagnato da qualche cialda e irrorate il semifreddo con altro miele di castagno.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post