Blog post

Con carne, con pesce, con formaggio, con pasta, con riso: insomma con tutto quello che la fantasia culinaria può immaginare si possono preparare le verdure ripiene e dar, così, vita a piatti davvero unici e buonissimi!

verdure ripiene
LE CIPOLLE RIPIENE
di Sabrina Fattorini

Ingredienti per 4 persone

4 cipolle di Certaldo
200 g di bietole
50 g di mortadella o prosciutto cotto
2 uova
3 cucchiai di pangrattato
alcuni cucchiai di Parmigiano
olio extra vergine di oliva
sale
pepe

Pulite le cipolle di Certaldo, togliendo la prima buccia secca e scottatele in acqua bollente, leggermente salata per una decina di minuti. Pulite le bietole, togliendo le coste, lavatele e cuocetele alcuni minuti solo con l’acqua che resta dal lavaggio. Intanto scolate le cipolle, pareggiatele sopra e sotto per farle stare in piedi e dividetele a metà in senso orizzontale. Con un cucchiaino o uno scavino, eliminate un po’ di cuore dalle cipolle, in modo che diventino delle coppette. Scolate le bietole, strizzatele e tritatele finemente.
Preparate un ripieno con la polpa della cipolla, la mortadella o il prosciutto cotto, tritati a coltello, le bietole, l’uovo, il pangrattato, il Parmigiano e 4 cucchiai di olio extra vergine. Con l’impasto farcite le cipolle, irroratele con olio extra vergine d’oliva e cuocetele in forno a 180 °C per circa 20 minuti (il tempo di cottura dipende dalla dimensione delle cipolle). Potete servirle sia calde che fredde.


PATATE RIPIENE ALLA ‘NDUJA
di Anna Laura Mattesini

4 patate medie
½ litro di latte
1 noce di burro
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
1 cucchiaino di sale
1-2 cucchiaini di ‘nduja di Spilinga

Lavate e spazzolate bene le patate per togliere la terra, poi lessatele per 15 minuti.
Tagliatele a metà per il lungo e svuotatele delicatamente con un cucchiaio, lasciando qualche millimetro di polpa attaccata alla buccia.
Schiacciate grossolanamente, oppure tritate la polpa che avete asportato (sarà ancora piuttosto soda) e mettetela a bollire nel latte con il sale per altri 15 minuti.
Scolatela e setacciatela con il passaverdura, poi amalgamate il burro, il parmigiano e la ‘nduja (assaggiatela prima e non esagerate, quella originale è davvero molto piccante). Riempite con il composto le patate, avvolgetele in fogli di alluminio e cuocete in forno a 200 °C per 20 minuti.
Negli ultimi 5 minuti aprite la parte superiore del cartoccio e accendete il grill per dorare la superficie.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post